sabato , 21 ottobre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Alberto Fortis (03/06/1955)

 

«Piroette di sabbia

e le guglie del Duomo

differenza tra pietre

e le voglie di un uomo

che ha per vita una gabbia

liberata dal sesso

gonfia di verità

partorita con gioia

nel lontano ricordo

con le doglie sincere

di una maternità

che alla luce

di notte

 ha donato confusa il suo figlio

balordo»

da Il duomo di notte,1978

«Stava immobile nel letto con le gambe inesistenti
e una piaga sulla bocca che seccava il suo sorriso
mi parlava rassegnato con la lingua di chi spera
di chi sa che è prenotato sulla Sedia di lillà
Ogni volta che rideva si stracciavano le labbra
e il sapore che ne usciva era di stagione amara
le sue rughe di cemento lo solcavano di rosso
prontamente diluito da una goccia molto chiara
“penso troppo al mio futuro” mi diceva delirando
“penso troppo al mio futuro, penso troppo e vivo male
penso che fra più di un anno cambieranno i miei progetti
penso che fra più di un anno avrò nuove verità
tu non farmi questo errore vivi sempre nel momento
cogli il giorno e tanto amore cogli i fiori di lillà”
“Quanti amici hanno tradito” continuava innervosito
“quanti amici hanno tradito per la causa dell’Amore”
sono andato a casa sua sono andato con i fiori
mi hanno detto che era uscito che era andato a passeggiare
ma vedevo un’ombra appesa la vedevo dondolare
l’ombra non voleva stare sulla sedia di lillà »

La sedia di lillà, 1978

da Settembre, 1981

Nota:

Sebbene oggi non goda di grande fama, Fortis è un cantautore eclettico, autore di testi geniali attraverso i quali, fin dal suo esordio, si è dimostrato capace di esprimere la paura del futuro e la difficoltà di adattarsi alle logiche del mondo dello spettacolo.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com