mercoledì , 20 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Alan Parsons (20/12/1948)

Eye in the sky (1982)

The cask of Amontillado (1976)

I Robot (1977)

Nota

Basterebbe veramente poco per farci ricordare Alan Parsons, già ingegnere del suono per i Pink Floyd, e poi protagonista del gruppo Alan Parsons Project. E non sono solamente le sonorità del progressive rock di quegli anni ad incantarci, ma, occupandoci di letteratura, le ampie citazioni che costellano la discografia del gruppo. Si passa dalla fantascienza di due immensi e diversissimi autori come Asimov e Dick, che vengono rielaborati con strutture musicali confacenti al loro stile rispettivamente in I Robot e Eye in the Sky (pubblicati in italiano come Io, robot e L’occhio nel cielo), fino ad Edgar Allan Poe. L’americano di Boston merita addirittura di apparire nel primo album Tales of mystery and Imagination (dove fa capolino anche la voce narrante di Orson Welles, tanto per gradire) e poi in Stereotomy, che in italiano si traduce come stereotomia e significa “taglio delle pietre”. Un termine che è un esplicito riferimento a I delitti della Rue Morgue dove si legge che “sapevo che non avreste potuto pronunciare tra voi il vocabolo ‘stereotomia’ senza essere portato a pensare agli atomi e di conseguenza alla teoria di Epicuro”. Ci sono citazioni alle quali non possiamo né sappiamo resistere.

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com