mercoledì , 13 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Alan Parker (14/02/1944)

«Fare un musical è difficile, Evita è stato il film più difficile della mia carriera, oltretutto dovevo avere a che fare con Madonna, con Andrew Lloyd Webber.»

«Vengono sempre prima le immagini che vengono poi potenziate dalle musiche. Di solito si fa così, solo con The Wall ho dovuto operare in maniera opposta, ovviamente. Se il matrimonio tra musica ed immagini funziona, si moltiplica la capacità comunicativa del mezzo.»

«Secondo me è sempre un pericolo usare troppa musica. Non uso mai la musica sotto il dialogo, per esempio, lo odio, credo che non faccia funzionare la scena, mentre è una cosa che Spike Lee fa spessissimo. Quando sono in montaggio lavoro con una cassetta degli attrezzi: sono davanti alla consolle con due piastre e procedo per tentativi ed il risultato lo scopri solo dopo aver fatto il missaggio finale, dove oltre alla musica ci sono tante altre tracce sonore. Quindi ci sono volte in cui, dove avevo inizialmente pensato di mettere un commento musicale, mi vedo costretto a toglierlo perchè ci sono troppi livelli sonori in sottofondo.»

Estratti da un’intervista di Alessandro De Simone, Conversazioni con Alan Parker

Nota:

Alan William Parker è un regista inglese. Nasce come regista di spot pubblicitari e dopo il successo di Fuga di Mezzanotte (1978)  si specializza nelle regie musicali, come i celeberrimi Pink Floyd The Wall (1982) ed Evita (1996).

 (rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com