mercoledì , 13 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Abbé Prévost (01/04/1697)

«Restai più di ventiquattro ore con le labbra attaccate al viso e alle mani della mia cara Manon. Il mio progetto era di morirle accanto; ma riflettei, all’inizio del secondo giorno, che il suo corpo sarebbe stato esposto, dopo la mia morte, a diventare il pasto delle bestie selvagge. Trovai la soluzione di interrarla e di aspettare la morte sulla sua fossa. Ero già così vicino alla fine a causa dell’indebolimento che la giovane aveva causato in me, che avevo bisogno di una grande quantità di sforzi per tenermi in piedi. Fui obbligato a ricorrere ai liquori che avevo portato con me. Mi diedero tanta forza quanta me ne serviva per la triste azione che andavo a compiere. Non mi era difficile aprire la terra nel luogo in cui mi trovavo. Era una campagna coperta di sabbia. […] Aprii una larga fossa. Misi all’interno l’idolo del mio cuore, dopo essermi preoccupato di coprirla con tutti i miei abiti per impedire alla sabbia di toccarla. La misi in questo stato solo dopo averla abbracciata mille volte con tutto l’ardore del più perfetto amore. Mi sedetti ancora accanto a lei. La considerai per molto. Non riuscivo a chiudere la fossa. Infine, mentre le mie forze ricominciavano a indebolirsi, seppellii per sempre nel ventre della terra ciò che la terra aveva creato di più perfetto e di più amabile. Mi coricai infine nella fossa, il viso volto verso la sabbia, e, chiudendo gli occhi con l’intenzione di non aprirli più, invocai in aiuto il cielo e attesi la morte con impazienza. Ciò che vi sembrerà più difficile da credere, è che, durante questo lugubre esercizio, non uscì una sola lacrima dai miei occhi, né un sospiro dalla mia bocca. La costernazione profonda in cui mi trovavo e il progetto determinato di morire avevano interrotto il corso a tutte le espressioni di delusione e di dolore. Così me ne restai nella posizione in cui ero nella fossa senza perdere quel poco di conoscenza e di sentimento che mi restavano.»

Manon Lescaut

Traduzione a cura di Asterischi (mc)

Nota:

Scrittore inesauribile, sfortunatamente dimenticato, Antoine-François Prévost fu un grande intellettuale, viaggiatore per eccellenza, nonché uomo di chiesa. Della sua opera magistrale, Mémoires d’un homme de qualité, resta il celebre estratto L’Histoire du chevalier des Grieux et de Manon Lescaut, immortale storia d’amore e di costume. D’ispirazione giansenista, l’opera viene considerata un’anticipazione romantica della passione amorosa che, nonostante l’appartenenza all’ordine benedettino, il nostro Abbé Prévost ci descrive minuziosamente, ammettendo l’evidente identificazione con la protagonista.

(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com