domenica , 8 dicembre 2019
Le news di Asterischi

Articoli scritti da Loris Magro

Loris Magro
Nasce il 3 Maggio 1990 ad Agrigento. Un po’ per un’insaziabile curiosità, un po’ per geni ereditari, legge fin da piccolo tutto quel che gli capita sotto agli occhi; una volta cresciuto, decide di dedicarsi a tempo pieno alla critica letteraria.

Le città invisibili – La Praga di Rilke

Nome: Praga Esploratore: Rainer Maria Rilke Luoghi e monumenti principali: «Quando il grande attore Norinski alle tre del pomeriggio entrò nel Caffè Nazionale davanti al Teatro Ceco di Praga, provò un po’ di spavento, ma immediatamente esibì il suo sorriso più sprezzante.» «le mura della chiesa dei Cavalieri di Malta, al carcere preventivo, da lì all’ospedale, e poi al VII ... Continua a leggere »

Intervista a Gianrico Carofiglio

Quattro chiacchiere con Gianrico Carofiglio, mille porte che si aprono. Dopo il suo recente romanzo “Il silenzio dell’onda” su cui si è già detto parecchio, noi cerchiamo di occuparci d’ altro, dell’uomo Carofiglio, delle sue opinioni e contraddizioni. Nei tuoi libri troviamo spesso due tipi di citazioni: il mondo del cantautorato italiano e internazionale e quello dei fumetti, da Tex ... Continua a leggere »

Dialogo immaginario tra Rainer Maria Rilke e Asterischi (lm)

LM: Oggi il nostro ospite è uno tra i più grandi scrittori mitteleuropei: l’immortale Rainer Maria Rilke. Rainer Maria Rilke: Immortale? Non esageriamo. Cosa avrei fatto per guadagnarmi quella che lei chiama immortalità? Mi dispiace, ma devo proprio contraddirla: io sono mortale come tutti gli altri, anzi, sono più mortale poiché ho un’incredibile paura della Morte.   LM: Il grande ... Continua a leggere »

Dialogo immaginario tra Guy Fawkes e Asterischi (lm)

(Ho aspettato tre mesi per ottonere questo tête à tête, tra permessi e nulla osta vari. Non vedo l’ora di cominciare, anche se l’idea di trovarmelo finalmente davanti m’inquieta non poco. Mi conducono lungo un corridoio, finalmente arriviamo all’aula in cui potrò incontrare Guy Fawkes.) Lm: Finalmente, dopo settimane di discussioni via e-mail, ho il piacere di incontrarla dal vivo! ... Continua a leggere »

Le città invisibili – Il Bosco Vecchio

  Nome: «La foresta più bella, se pur minore, il cosiddetto Bosco Vecchio.» Esploratore: Dino Buzzati Guida: «Il colonnello Sebastiano Procolo.» Limiti e confini: «Di là si vedeva, e ancor oggi si vede benissimo, il celebre Bosco Vecchio, disteso tra due monti a panettone, salire in cima alla valle. Sul colle estremo spuntava un roccione giallo, alto forse un centinaio ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com