sabato , 25 gennaio 2020
Le news di Asterischi

Articoli scritti da Loris Magro

Loris Magro
Nasce il 3 Maggio 1990 ad Agrigento. Un po’ per un’insaziabile curiosità, un po’ per geni ereditari, legge fin da piccolo tutto quel che gli capita sotto agli occhi; una volta cresciuto, decide di dedicarsi a tempo pieno alla critica letteraria.

Il vecchio che cantava romanzi d’amore

     Che a Roberto Vecchioni piaccia giocare col suo pubblico è più che noto: basti pensare ai suoi libri, sopratutto all’ultimo, il borgesiano Scacco a Dio, o a canzoni come Euridice, in cui si diverte a cambiare il finale del mito di Orfeo, o ai suoi ritratti di personaggi storici e letterari. Il suo gioco prediletto sembra però essere ... Continua a leggere »

Intervista a Enrico Brizzi

Qual è il ruolo della televisione all’interno della società italiana? I modelli da seguire e prendere ad esempio sono solo quelli proposti dai programmi trasmessi in prima serata o ci sono ancora delle figure, dei riferimenti culturali?             Ne abbiamo parlato con lo scrittore Enrico Brizzi, il cui ultimo libro, La vita quotidiana in Italia ai tempi del Silvio, edito da ... Continua a leggere »

A pranzo con Einaudi e Foà

Arnoldo Foà (fonte orvietonews.it) Un libro non è solo la storia che contiene, i personaggi che vivono lì dentro, le esatte parole dell’autore. Un libro è anche l’odore della carta, l’emozione di aprire la prima pagina, il piacere di sottolineare un passaggio che ci interessa, il gusto di tenere fra le proprie mani un’edizione pregiata e spaventosamente cara, anche solo ... Continua a leggere »

Le città invisibili – La Giungla

    Nome: La Giungla Esploratore: Rudyard Kipling Guida: Mowgli «Oh Mowgli, perché ti chiamerò Mowgli il ranocchio, verrà il tempo che sarai tu a dare la caccia come lei l’ha data a te.» Legge in vigore: «La Legge questa è della Giungla – come il cielo antica e forte Va a conforto del Lupo osservante, per il Lupo ribelle ... Continua a leggere »

Dialogo immaginario tra Roland Barthes e Asterischi (lm)

      LM: Professor Barthes, lei è famoso per essere stato uno tra i primi veri e  propri studiosi di semiologia, ma si è occupato di quasi tutti i campi dello scibile umano, dal sistema della moda, all’impero dei segni, all’amore. Pensa che oggi, nell’era di internet, della globalizzazione, della comunicazione telematica, ci sia ancora spazio per l’amore? RB: ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com