giovedì , 27 giugno 2019
Le news di Asterischi

Articoli scritti da Filippo Grasso

Pare che si diverta a leggere, ma, in realtà, passa in rassegna soltanto le quarte di copertina. Adesso che ha svelato il suo segreto vi ucciderà tutti.

Copertine che fanno paura

la-peste-scarlatta2-large1

Invecchiando si impara a giudicare dalla copertina. La nuova rubrica di Asterischi, infatti, lascerà parlare proprio loro, aggiungendo pochissimo di nostro. Oggi abbiamo una rassegna di copertine dalla fine del mondo. Leggete anche il resto se avete coraggio.   La fantascienza e la fine del mondo stanno assieme come il cacio sui maccheroni. Per questa raccolta, che ha come titolo ... Continua a leggere »

La strada per Lovecraft

le montagne

(Copertina di At the mountains of madness) Il teologo Adolf von Harnack scriveva qualcosa in merito alla inutilità della cristologia (L’essenza del cristianesimo, Torino, Bocca, 1903) nella ricezione del messaggio originario del vangelo. Anche la scoperta di Howard Philipps Lovecraft non può procedere seguendo un percorso che muove dal tritacarne della contemporaneità dove ogni cosa è già diventata altro. L’americano è ... Continua a leggere »

Auguri bicicletta, più futurista che mai

boccioni

(Boccioni, Dinamismo di un ciclista, 1913) Non solo due ruote, telaio e forza muscolare. La bicicletta è il mezzo di locomozione che non rispetta i tempi della storia, ma li anticipa, li distorce, li utilizza a proprio uso e consumo. Nel giugno del 1819 (il 26 per l’esattezza) veniva brevettata l’invenzione, che da quel giorno in poi avrebbe attraversato la ... Continua a leggere »

L’impero dei sensi esiste

00377007

Nagisa Oshima è venuto a mancare lo scorso gennaio. Il regista giapponese, che aveva cominciato la sua carriera nel 1959, ha girato alcune tra le più controverse pellicole nipponiche tra gli anni sessanta e settanta prima raggiungere la fama globale e la gloria imperitura con Ecco l’impero dei sensi (1976), che sopravvisse nonostante la devastazione operata dalla censura alla prima ... Continua a leggere »

Certe partite non ritornano

lapresse_messi062-15988438

“Italia-Germania 4 a 3 è come un classico della letteratura, infatti la conosce anche chi non l’ha mai vista”. Vito Biolchini Nei giorni in cui si consuma la Confederention Cup 2013, l’ennesimo evento pallonaro di un mondo che non sembra più in grado di rinunciare alla sua dose quotidiana di calcio, ricorre l’anniversario di un evento irripetibile e quindi poco ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com