venerdì , 18 ottobre 2019
Le news di Asterischi

Articoli scritti da asterischi

asterischi

Buon Compleanno Antonio Skármeta (07/11/1940)

  «So bene che più di un impaziente lettore si starà chiedendo come un povero pazzo come me abbia potuto portare a termine questo libro, per breve che possa essere. Una spiegazione plausibile è che ci misi quattordici anni a scriverlo. Se si pensa poi che nello stesso periodo di tempo Vargas Llosa, per esempio, pubblicò  Conversazione nella ‘Catedral’, La ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Philip MacDonald (05/11/1900)

«Contro ogni mia aspettativa, di primo acchito rimasi deluso. Sembrava così piccolo, Altair-4; sospeso lì, come la pallina di un albero di Natale, al centro dello schermo! La sua forma, poi, non aveva niente di anomalo. A parte il fatto che era un po’ più schiacciato ai poli e un po’ più ovale, era quasi un doppione della Terra». «Adesso, ... Continua a leggere »

Buon Compleanno André Malraux (03/11/1901)

«Il sentimento della  morte è sempre stato legato, per me, all’agonia, e sono stupefatto da questa angoscia di cui non distinguo altro che la minaccia sconosciuta di ritrovarmi amputato dalla terra. Né dolore, né memoria, né amnesia – né dissoluzione. Perdita di coscienza, ma non di tutta la coscienza. Credevo di essere in un’altra parte della camera, ma da qualche ... Continua a leggere »

Lab/or e Asterischi.it – Numero 0.1

Asterischi.it adesso è anche su Lab/or, la rivista letteraria nata all’interno dell’Università di Napoli L’Orientale. Ci trovate a pagina 20 alla rubrica Anedotticamente, dove abbiamo pubblicato, come articolo inaugurale, un nostro vecchio post sul triangolo letterario tra Farmer, Vonnegut e Sturgeon.  Ma il consiglio che vogliamo darvi è di leggere per intero la rivista, perché, tra illustrazioni e articoli, sarà ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Nicolas Boileau (01/11/1636)

«Qualsiasi soggetto si tratti, leggero o sublime, che il buon senso si accordi sempre con le rime; l’uno e l’altro invano sembrano  odiarsi; la rima è una schiava e non deve che obbedire. Se inizialmente ci si sforza di cercarla, lo spirito si abitua facilmente a trovarla. Al gioco della ragione si piega senza pena E, lontano dall’imbarazzarla, la serve ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com