lunedì , 11 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in cerca d’autore: La Princesse de Clèves

 

Nome: Madamigella di Chartres, poi Principessa di Clèves

Madre: Madame de la Fayette

Madre genetica: Principessa di Chartres

Padre genetico: «Suo padre era morto in giovane età, lasciandola sotto la tutela della moglie, donna straordinaria per onestà, virtù e saggezza»

Casata: «Ella apparteneva alla medesima casata del visdomino di Chartres ed era una delle più grandi ereditiere di Francia»

Età: «sebbene fosse giovanissima, erano già state avanzate per lei varie proposte di matrimonio»

Stato civile: sposata con il Principe di Clèves

«l’indomani il principe fece parlare alla principessa di Chartres; questa accolse la domanda senza preoccuparsi di dare alla figlia un marito che non avrebbe potuto amare. Il contratto fu concluso; se ne parlò al re ed il fidanzamento fu noto a tutti»

Situazione sentimentale: Innamorata del Duca di Nemours

«il principe di Clèves era felice, ma la sua felicità non era senz’ombra. Vedeva con pena che i sentimenti di madamigella di Chartres non oltrepassavano la stima e la riconoscenza, né poteva illudersi che altri ne nascondesse di più amorosi, dato che la loro condizione le avrebbe permesso di dimostrarlo»

Educazione ricevuta: «Tutte le sue cure erano state rivolte all’educazione della figlia; né si era dedicata solo a coltivarne lo spirito e la bellezza, bensì a renderla virtuosa e farle amare questa virtù. […] Spesso parlava a sua figlia dell’amore, mostrandole ciò che esso ha di attraente per meglio persuaderla su ciò che andava spiegandole esservi di pericoloso; le parlava della poca sincerità degli uomini, dei loro inganni, delle loro infedeltà e delle infelicità domestiche dovute a certi legami; e d’altra parte le prospettava quanto fosse difficile conservare tale virtù se non a patto di una estrema prudenza verso se stesse e di una grande cura nell’aggrapparsi a quella sola cosa che può fare la felicità di una donna: amare il proprio marito ed esserne riamata. […] Orgogliosa di sua figlia, non trovava mai nessuno degno di lei; quando fu sui sedici anni, volle portarla a corte.»

Aspetto fisico: «il bianco dell’incarnato e l’oro dei capelli le davano uno splendore mai visto; tutti i suoi lineamenti erano perfetti e il volto e la figura erano pieni di grazia e di fascino.»

Considerazioni sull’aspetto fisico: «fu proprio in quel tempo che fece la sua apparizione a corte una bellezza che attrasse tutti gli sguardi, e bisogna ben credere che fosse una bellezza perfetta se poté suscitare ammirazione in un luogo dove alle belle donne si era abituati.»

Cosa provano per lei:

  • Il marito: «era così impressionato dalla bellezza di madamigella di Chartres che non poteva parlare d’altro. Raccontò a tutti quel suo incontro, senza stancarsi di tessere elogi della persona che aveva veduto ma che non sapeva chi fosse. […] Il Principe di Clèves si innamorò perdutamente di madamigella di Chartres e sperava ardentemente di sposarla; […] “è mai possibile – le diceva – che sposandovi io possa non essere felice? Eppure io non lo sono. Voi non avete per me che una sorta di bontà, la quale non può bastarmi: non sentite né impazienza, né inquietudine, né dolore: voi non siete turbata dalla mia passione più che non lo sareste da un legame basato sui vantaggi della vostra posizione invece che sulle grazie della vostra persona. – Siete ingiusto lamentandovi – ella gli rispondeva – non so cosa possiate desiderare di più e mi pare che le convenienze non permettano altro.»
  • Il Duca di Nemours : «La passione sconvolgeva il cuore del duca di Nemours»

(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com