mercoledì , 28 giugno 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in testa d’autore: Novecento

Nome: Novecento

Padre cinematografico: Giuseppe Tornatore

Curiosità sul nome: «L’ho trovato nel primo mese del primo anno di questo nuovo fo****issimo secolo. Allora lo chiamerò Novecento».

Residenza: La nave Virginia.

Professione / Mezzo espressivo/ Tutto: Suonare il pianoforte.

Abilità: «Sapeva leggere Novecento. Non i libri, (per quello sono buoni tutti) sapeva leggere la gente; i segni che la gente si porta addosso […] Il mondo magari non l’aveva visto mai; ma erano quasi trent’anni che il mondo passava su quella nave».

Concetto di tempo: «D’inverno non vedete l’ora che arrivi l’estate e poi d’estate avete paura che ritorni l’inverno. Per questo non vi stancate mai di viaggiare e di rincorrere il posto dove non siete, dove è sempre estate».

Concetto di spazio: «Tu pensa a un pianoforte: i tasti iniziano, i tasti finiscono. Tu lo sai che sono 88 e su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti loro; tu sei infinito.
E dentro quegli 88 tasti la musica che puoi fare è infinita. […] Ma se davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti che non finiscono mai […] allora non c’è musica che puoi suonare. Sei seduto sul seggiolino sbagliato; quello è il pianoforte su cui suona Dio».

Un esempio di infinito: «Tutta quella città… non si riusciva a vederne la fine.
Cristo ma le vedevi le strade? Anche soltanto le strade: ce n’erano a migliaia. Ma dimmelo, come fate voi altri laggiù a sceglierne una. A scegliere una donna, una casa, una terra che sia la vostra».

Domanda lecita: «Tutto quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n’è. Ma non avete paura voi di finire in mille pezzi, solo a pensarla quell’enormità? Solo a pensarla! a viverla!
Io ci sono nato su questa nave. E vedi, anche qui il mondo passava ma, non più di 2000 persone per volta. E di desideri ce n’erano… ma non più di quelli che ci potevano stare su una nave».

Conclusione: «La Terra… è una nave troppo grande per me. è una donna troppo bella. è un viaggio troppo lungo. è un profumo troppo forte. è una musica che non so suonare».

(cd)

Informazioni su asterischi

asterischi

2 commenti

  1. danzare con l’oceano … :-)

  2. Sì, bellissimo pezzo tratto dal film.. (altro che mal di mare…)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com