giovedì , 14 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in cerca d’autore: Platero

Nome: Platero

Padre: Juan Ramón Jiménez

Età: «Ma, anche se non hai che quattro anni, sei così grande e grosso.»

Razza: «È ovvio, Platero, che tu non sei un asino nel senso volgare del termine [...] Lo sei, sì, come lo so e lo intendo io. Tu hai la tua lingua, non la mia»

Caratteristiche: «Platero è piccolo, peloso, morbido; così morbido che sembra tutto di cotone, come se non avesse ossa. Solo gli specchi di giaietto dei suoi occhi sono duri come due scarafaggi di cristallo nero.»

«I tuoi occhi, che tu non vedi, Platero, e che rivolgi immensamente al cielo, sono due belle rose.»

«Tutto ciò che è bianco e tutto ciò che è nero in te brilla e risalta come il giorno e come la notte dopo la pioggia. Come sei bello, Platero!»

Carattere: «È tenero e coccolone come un bambino, una bambina…; ma forte e secco dentro, come una pietra.»

Cosa mangia: «gli piacciono le arance, i mandarini, l’uva moscato dal colore ambrato, i fichi viola con la loro cristallina goccia di miele.»

Pregi: Affettuoso. «Strofinava il suo testone peloso contro il mio cuore, ringraziandomi fino a farmi male al petto.»

Grande amico. «Lui capisce che gli voglio bene, e non mi serba rancore. È così uguale a me, così diverso dagli altri, che sono arrivato a credere che fa i miei stessi sogni. [...] Non protesta mai. Sa che sono la sua felicità.»

Paziente. «Fra i bambini, Platero è come un giocattolo. Con quanta pazienza sopporta le loro follie!»

 

(as)

 

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com