venerdì , 21 luglio 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in cerca d’autore: Morrie

 

 

Nome: Morrie Schwartz

Padre: Mitch Albom

Segni particolari: «È piccolo di statura, cammina a passettini quasi temesse che all’improvviso un vento forte potesse sollevarlo fra le nuvole. Nei suoi paludamenti accademici sembra un incrocio fra una figura biblica e un folletto natalizio. Ha occhi verdeazzurri scintillanti, un’argentea chioma un po’ rada, scarruffata sulla fronte, orecchie grandi, naso triangolare e grigie sopracciglia cespugliose. Benché abbia i denti storti e quelli in basso rientrino quasi che qualcuno glieli avesse spinti indietro a pugni, quando sorride lo fa a tutta bocca come se gli aveste raccontato la più spassosa barzelletta del mondo».

Professione: «il mio professore preferito».

Sentenza di morte: estate 1994

La reazione:  «È orribile vedere il mio corpo che avvizzisce lentamente e si riduce in niente. Ma è anche meraviglioso perché ho tutto il tempo per i commiati».

«Cominciamo da questa idea: tutti sanno che si deve morire, ma nessuno ci crede».

Il professore e l’allievo:
«Ho una domanda, faccio io. Con le dita ossute lui tiene gli occhiali sul petto, che si solleva e si abbassa a ogni sofferto respiro.
“Qual è la domanda?”
Hai presente il libro di Giobbe?
“Nella Bibbia?”
Sì. Giobbe è un brav’uomo, ma Dio lo fa soffrire. Per mettere alla prova la sua fede.
“Ricordo”.
Gli porta via tutto ciò che ha, la casa, il denaro, la famiglia…
“La salute”.
Lo fa ammalare.
“Per mettere alla prova la sua fede”
Esatto. Per mettere alla prova la sua fede. Così, io mi domando…
“Che cosa ti domandi?”
Tu, cosa ne pensi?
Morrie tossisce con violenza. Gli tremano le mani quando le lascia ricadere sui fianchi.
“Credo…”, commenta sorridendo, “che abbia un tantino esagerato”».

Citazione: «Quando si è imparato a morire, si è imparato a vivere».

 

(cds)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com