lunedì , 11 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in cerca d’autore: Dick Diver

 

Nome: Dick Diver

 

Padre: Francis Scott Fitzgerald

 

Caratteristiche fisiche: «Bellissimo. Ha i capelli rossi.»

«Aveva un colorito rossiccio e abbronzato, e dello stesso colore erano i suoi corti capelli, e la peluria che gli scendeva sulle braccia e le mani. Gli occhi erano di un azzurro chiaro, tagliente. Il naso era leggermente appuntito e non c’era mai da chiedersi chi stesse guardando o con chi stesse parlando, e questa un’osservazione lusinghiera, perché, chi ci guarda? ci sono sguardi che cadono su di noi, curiosi o disinteressati, nient’altro. La sua voce, percorsa da una lieve melodia irlandese, corteggiava il mondo; pure Rosemary sentiva in lui uno strato di durezza, di autocontrollo e di autodisciplina, che erano anche le sue proprie virtù.»

Carattere:« Questo in parte era vero. Dick aveva imparato da suo padre i suoi modi un po’ imbarazzati del giovane del Sud emigrato nel Nord dopo la Guerra Civile. Spesso li usava e ogni volta li disprezzava, perché non erano una protesta contro la bruttezza dell’egoismo ma contro la bruttezza delle apparenze di esso.»

Istruzione:« Ildottor Diver in quel momento aveva visto i lembi della guerra: nei 1914 era allievo dell’Oxford Rhodes nel Connecticut. Ritornò a casa per l’anno finale al Johns Hopkins e prese la laurea. Nel 1916 riuscì ad andare a Vienna pensando che, se non faceva presto, il grande Freud avrebbe finito per morire sotto la bomba di un aeroplano. Vienna era già una città morta ma Dick riuscì a procurarsi abbastanza combustibile da installarsi nella sua camera in Damenstiffstrasse e scrivere i saggi che pii1 tardi distrusse, ma che, riscritti, furono la spina dorsale del libro che pubblicò a Zurigo nel 1920.»

Relazioni sentimentali:«— Non c’è niente da fare, — disse con una sensazione di panico. — Sono innamorato di te, ma questo non cambia quel che ho detto ieri sera.

— Non importa, per ora. Volevo soltanto che tu mi amassi. Se tu mi ami tutto è a posto.

— Purtroppo ti amo. Ma Nicole non deve saperlo… Non deve sospettarlo neanche minimamente. Nicole e io dobbiamo andare avanti insieme. In un certo senso questo è piti importante che limitarsi a volerlo.

— Baciami ancora.

La baciò, ma l’aveva abbandonata.

— Nicole non deve soffrire: mi ama e io l’amo… Capisci?»

Tutte le citazioni sono tratte da Tenera è la notte, traduzione di Fernanda Pivano.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com