venerdì , 22 settembre 2017
Le news di Asterischi

Personaggio in cerca d’autore: Cyrano de Bergerac

 

Nome:  «Amante — non per sé — molto eloquente Qui riposa Cirano

Ercole Savinjano

Signor dì Bergerac,

Che in vita sua fu tutto e non fu niente!»

Padre: Edmond Rostand

Segni particolari: ha un naso molto grande; tale bruttezza esteriore sembra fare a pugni con la sua grandezza di spirito:

«Cirano: Perché mi guardi il naso?

Il seccatore ( sbigottito ): Io …

[…]

Cirano: Vi par di forma oscena?

Il seccatore: Ma niente affatto!

Cirano: E allora perché fate quel muso?

Il seccatore (balbutendo): Ma io lo trovo invece piccolo, impercettibile!

Cirano: Come! Di un tale ridicolo accusarmi?, possibile? Piccolo il mio naso?

Il seccatore: Cielo!

Cirano: Enorme il mio naso? Vilissimo camuso, siate ben persuaso che di quest’appendice mi glorio e mi delizio; avvenga che un gran naso sia il vero e proprio indizio di un uomo affabile, cortese, liberale, di coraggio e di spirito, qual io mi sono e quale non vi sarà mai lecito di credervi, marrano!

Perché la ingloriosa faccia che la mia mano si degna di cercare sul vostro collo è priva di fierezza, di slancio, di inventiva, di lirismo, di genio, di grandezza morale, di naso, insomma […] !»

Carattere: 

«Sì, questo è il mio difetto!

Dispiacere mi piace, dell’odio mi diletto! Se tu sapessi come s’incede più gagliardi sotto il fuoco di fila dei malevoli sguardi; quali sul giustacuore, quali macchie gentili fan degl’invidi il fiele e la bava dei vili! No: la molle amicizia di cui cingete i frolli cuori somiglia in tutto quei grandi e flosci colli d’Italia che vi cingon così femineamente ché, d’ogni freno liberi, come d’ogni sostegno, voi potete la testa piegar senza ritegno. Me l’odio senza posa fascia al collo, e mi appresta il rigido collare che tiene alta la testa; cresce una crespa ad ogni nemico al cui passaggio mi s’aggiunge una pena, ma mi s’aggiunge un raggio; ché, simile al collare spagnuol, se il collo spinge come una gogna, l’Odio anche di un nimbo cinge! »

Stato civile: è innamorato della cugina Rossana, ma per paura che ella non lo ami per via del suo aspetto, preferisce aiutare il bel Cristiano a conquistare la donna suggerendogli le parole per farla cadere tra le sue braccia:

«Ecco il destino mio:

far da suggeritore, — e meritar l’oblio! (a Rossana)

Ricordate la sera in cui nell’ombra nera Cristiano vi parlò? È tutta in quella sera la mia vita. Ed intanto che in fondo io son restato, altri a cogliere il bacio della gloria è montato! È giusto, ed io consento sull’orlo dell’aveilo che Molière ha genio, che Cristiano era bello!»

Concezione dell’amore: «Oh, questo sentimento

che m’invade terribile, geloso, violento, è certo amor: ne ha tutto, tutto il triste furore:

è amoi; ma l’egoismo non ha, no, dell’amore. Per vederti felice io vorrei dare in vòto la mia felicità, foss’anche il dono ignoto! pur di udire talvolta squillar da lungi il fausto riso del gaudio nato dal mio bell’olocausto Ogni tuo sguardo suscita una nova virtù in me, qualche valore nuovo. Cominci tu finalmente a capire? Senti la derelitta anima mia che sale nella tenebra fitta? Ah, ma stasera è troppo dolce! Pure una volta io le parlo d’amore: io le parlo, ella ascolta! Troppo! Nella speranza anche meno modesta io non avea mai tanto sperato! Non mi resta che di morire, adesso. I miei detti la fanno treniar tra questi verdi rami: sì, — non m’inganno!

Perché, sì, voi tremate, tra le foglie qual foglia! perché tu tremi! ed io sento, che tu lo voglia o no, della tua mano il tremito divino lungo i rami discendere di questo gelsomino!»

Fine: «Cader la punta al petto con un colpo di spada, da un pari eroe ferito? Quest’io dicevo! Il mio destino m’ha schernito! E mi uccide, alle spalle, in un tranello indegno, per opera di un servo, un troncone di legno. Benissimo, avrò tutto mancato, anche la morte?»

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com